NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Angelo Congedo

Montagne, sentieri, tramonti e notti stellate, greppie costruite da mani stanche per il quotidiano lavoro. E’ così che il Presepe prende vita, sotto le dita esperte dell' artigiano. Lo popolano calde e colorate figure di terracotta, messaggere di valori antichi e indimenticabili. 
Semplice e pur ricercata, la cura di particolari .un‘ambientazione arida e accidentata, desolata da ampi spazi desertici, in cui di rado spunta un pò di vegetazione, riproduce con amorevole fedeltà, la terra che un tempo lontano fu testimone di avvenimenti unici e straordinari. 
E’ difficile restare insensibili davanti a questo suggestivo spettacolo, che fonde, con armonia tutta sua, storia, tradizioni religiose e credenze popolari.
congedo scorcioLo spirito del Presepe, il suo fascino antico fra sacro e profano, animano da sempre l’attività del presepista Angelo Congedo. 

Nato nel capoluogo salentino l'11 luglio 1964, Angelo Congedo, di professione operaio, ha maturato col Presepe un rapporto molto speciale fin da quando, ragazzino, ne allestiva uno tutto suo con le costruzioni, per competere con quello “ufficiale” di famiglia. 

Legno, polistirene espanso, gesso, cartapesta e altro, consentono al giovane presepista di elaborare con passione, tecnica personale e fantasia, avvalendosi inoltre di colori in polvere, smalti e acrilici. 
Con meticolosità e pazienza, Angelo Congedo, realizza i suoi Presepi come fossero un immaginario itinerario fra viuzze poco illuminate e umili botteghe, fissando squarci di vita quotidiana. 
Gli ambienti, ricchi di dettagli ricercati in più parti d’italia, comprendono suppellettili e accessori che incantano l’occhio dell’osservatore, per precisione e realismo. Il tutto immerso in paesaggi estremamente curati, riprodotti con vegetazione naturale. 

Le figure che completano questi presepi, sono sempre in terracotta di varia fattura, scelte con scrupolo presso artigiani leccesi e non. La cura dei particolari é la dimostrazione del profondo amore del presepista per questa antica attività artigianale. Angelo Congedo ne é la prova quando colloca con gusto ed efficacia simpatici ‘pupi” e semplici effetti speciali. 

L’ effetto finale, é di genuino stupore, calda armonia, passione sincera, insistente e accorato invito alla meditazione. Quanto alla neve, che importa se a Betlèmme quell'anno c’era o no! Il suo magico candore non può mancare se, a qualunque età se vuoi veramente sognare dinanzi all’atmosfera di un caldo Presepe.


Socio dell' Associazione Italiana Amici del Presepio dal 1992
Dal 1997 al 2008 Consigliere Nazionale dell' Associazione Italiana Amici del Presepio con sede a Roma fondata nel 1953 
Fondatore e Presidente della Sede di Lecce dell'A.I.A.P. dal 2004
 

IL LABORATORIO

Il piccolo Pastore che ha pensato in Grande.

laboratorio1

Il contrasto visivo, entrando nel laboratorio di Angelo Congedo, nella profonda contesa tra la rigorosa razionalità e il potere dell’immaginazione riuscirebbe a confonderti. Saresti convinto di averle già viste ma di non averle mai osservate.

Uno sterminato numero di oggetti di uso comune che nel quotidiano sfuggono alla tua immaginazione prendono forma con l' inventiva dell' "artigiano". Tasselli di un mosaico fiabesco ti trasportano lontano dai pensieri per farti  invadere da quel senso di beatitudine che solo quella fanciullesca visione del natale può ancora offrirti.
Un tuffo negli abissi dei tuoi ricordi, delle tue sensazioni, delle tue aspettative del natale che verrà; il rimpianto che non sia durato per sempre!

laboratorio2Non solo il presepista tradizionale, è il collezionista Congedo, dalla passione che egli ha della sacra rappresentazione della Natività alla collezione della visione che gli altri artisti e artigiani hanno della medesima arte.

Presepi e oggetti da molte parti del mondo come asse trasversale  tra ciò che hai sempre considerato Presepe e quello che le circostanze e l'ambiente hanno determinato per forme, colori e materiali utilizzati. 
E' nella profonda consapevolezza della invadente globalizzazione, seppur discreta, una elegante  fusione  di  elementi per il presepe tradizionale leccese di Angelo Congedo.

Del suo presepe Angelo Congedo è il pastore più piccolo; un piccolo Pastore che ha pensato in Grande.

di Alessandro Zezza 

Altro in questa categoria: Alicarnasso »